CURIOSITA'. Come siamo e come eravamo: Dall'Acqua e Biava prima e dopo con un intruso

ROMANENGO (CR). "Passa il tempo cambia la gente di battaglie ne ho fatte tante, a noi tutti ci hanno invidiato a noi tutti ci hanno applaudito dai ragazzi diamo la scossa, facciam vedere la nostra pasta, siamo pronti a ricominciare tutto il mondo dovrà tremare"

Di Redazione | Venerdì, 28 Giugno 2019 21:58

Chiara Dall'Acqua, il cronista locale e Giulia Biava

 

E' un cori più celebri della Curva Sud dello stadio Olimpico di Roma, il teatro dei sogni giallorossi, che incitano le imprese della Magica. Bene. Mettiamo da parte il cuore ultras e pensiamo come il destin odelle persone si incrociano e prende strane curvature del tempo. Rivedendo foto storiche del memorial Taverna, manifestazione di volley che a breve taglierà quaranta candeline, e del Guercilena-Lingiardi ho scorto due volti (forse tre) di persone conosciute nell'ambito della pallavolo.

 

Le atlete. La prima è Chiara Swan Dall'Acqua quando quindicenne ha partecipato al Guercilena-Lingiardi, edizione 2000, con la maglia del Volley Rovato. La foto è stata scattata alla palestra Braguti, nove anni dopo avrebbe portato la squadra bresciana franciacortina in B2 e sarebbe stata avversaria dell'Autorotor Crema e Nuova Golden Pack Pianengo. Nel 2016 la forte centrale avrebbe esordito in serie A2 in Volley Soverato-Millenium Brescia.

 

Nel 2004 una sedicenne Giulia Biava ha partecipato al Guercilena-Lingiardi con la maglia dello Scanzorosciate. Qualche stagione dopo sarebbe ritornata nel Cremasco da avversaria con il Don Colleoni Trescore Balneario (2009-2010) e nel 2018 avrebbe, poi, esordito in A1 con la Millenium contro l'Igor Novara (27 ottobre). Nonostante tutto l'espressione è rimasta la stessa per entrambe.

 

Il cronista locale. Era il 2000 quando con più capelli (e sogni) in testa, meno girovita in pancia ed occhiali in stile Falchi della Notte (un film con Silvester Stallone Rutger Hauer), giovanissimo dirigente del Trigolo Volley, non pensava nemmeno di conoscere Chiara e Giulia e di diventarne amico nel sentiero luminoso della vita pallavolistica. Storie del volley di una volta.

 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù