SERIE B1-B. Vinilgomma, la freschezza vulcanica di Camilla Riccardi per il finale di stagione

OSPITALETTO (BS). Alessio ha quasi diciotto anni ed è un possibile talento calcistico. La sua squadra di appartenenza, la Roma, gli sta offrendo un contratto professionista

Di Francesco Jacini | Giovedì, 14 Marzo 2019 07:18

 Sonia Danieli e Camilla Riccardi (foto © Reboldi)

 

Invece, Camilla di anni ne ha quasi diciannove e di talento, nel volley, ne ha da vendere. Entrambi compiranno gli anni in aprile (lui il 3, lei il 5). Ma cosa hanno in comune due sportivi apparentemente così lontani? Lui è romano, lei è bresciana di Orzinuovi. Il cognome Riccardi.

 

Da Offanengo ad Ospitaletto

Arrivata dalla positiva esperienza all’Abo (serie B1), Camilla Riccardi, giovanissimo libero, in estate ha sposato le ambizioni della Vinilgomma di coach Irene Bonfadini. Stessa categoria ma girone diverso che guarda verso Est. La stagione sta vedendo protagonista la Blueorange clock bresciana. “Avevo tante aspettative ad inizio campionato – racconta -. Offanengo è stata una grande esperienza, lavorando con atlete di alto profilo come Porzio e nel mio ruolo Portalupi. Ad Ospitaletto mi sto trovando bene per la crescita”.

 

Viceministro

Ogni volta che coach Bonfadini l’ha chiamata in causa, per sostituire o affiancare la titolare del dicastero della difesa arancioblù, Alexia Pontil Scala, Camilla ha risposto presente. Nel percorso di un campionato che sta vedendo protagoniste Talmassons e Vicenza, Ospitaletto, terza, ha dovuto cedere il passo nell’ultimo turno sull’ostico campo della Duetti Giorgione. "Eravamo acciaccate – spiega -. L’assenza pesante come quelle di Focaccia e con Raccagni recuperata in extremis (i centri, ndr) ha pesato. Siamo uscite dal campo con un po' di rammarico. Questa era un periodo in cui dovevamo fare di più a livello di risultati per proseguire la corsa play off”.

 

Vulcanica energia

Play off, traguardo conquistato la scorsa stagione. In questa ci sono tutti i presupposti per il bis. "Ci siamo complicate la vita ultimamente – precisa -. Adesso siamo tutte lì quattro squadre in quattro punti. Il terzo posto dobbiamo difenderlo con i denti, ci sono ancora sei gare e non dobbiamo sottovalutare nessuno a partire dalla prossima gara contro Volano”. Libero dalle enormi potenzialità, 160 centimetri di vulcanica energia nelle ultime stagioni ha potuto lavorare con campionesse di alto profilo come Jole Ruzzini al Promoball ed Elena Portalupi ad Offanengo. “Mi hanno trasmesso molto. Esperienza e sicurezza”.

 

Futuro

Tra i numerosi impegni sportivi, è concentrata su quello scolastici: sta preparando la maturità. “Non ho ancora ben presente quello che farò, Nel futuro vorrei proseguire a far coincidere sport e scuola, dando sempre il meglio di me stessa e ritagliarmi il mio spazio” conclude Camilla l’oro di Ospitaletto.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù