SERIE A2. Al via la seconda la fase, il commento di Edonet

L’avvio delle due pool promozione e salvezza non ha risparmiato qualche colpo a sorpresa. Vediamo come è andata

Di Redazione | Lunedì, 11 Febbraio 2019 08:32

La Conad Olimpia Teodora Ravenna

 

Pool promozione

La partita più interessante si giocava a San Giovanni in Marignano e non ha tradito le attese: ai “punti” del tie break ha vinto Mondovì che riscatta la sconfitta nella finale di Coppa Italia, e ribalta una partita che si era messa male, rimontando dallo 0-2 e vincendo uno spettacolare quinto set; in ombra Zanette, ci hanno pensato Rebora (22 punti) e Schlegel (20) a confezionare il successo della LPM. Per la Omag ottima Fairs con 21 realizzazioni. 130 i minuti di gioco che Caserta e Trento hanno impiegato per decidere che la vincitrice doveva essere la squadra di casa. Alti e bassi incredibili per una partita a tratti non bella, ma che ha regalato comunque emozioni per un punteggio che soprattutto nel terzo set si è protratto oltre i 25 a favore delle trentine; Melli con 28 punti, per la Volalto, si è rivelata una giustiziera implacabile, mentre tra le gialloblù un po’ tutte sono state ben servite da un’ottima Moncada. Altro 3 a 2 spettacolare a Ravenna, con le romagnole che hanno sconfitto sul filo di lana la resistenza di un coriaceo Orvieto. Partita dai numerosi capovolgimenti di fronte, con Mendaro Leyva e Bacchi a trascinare le giallorosse alla vittoria dall’alto dei loro rispettivi 27 e 20 punti; non sono state da meno Decortes (21 punti) e Stavnetchei (20) per la Zambelli. Tutto facile invece per Perugia nella netta vittoria di Martignacco che ridimensiona le residue ambizioni delle friulane: Smirnova (18 punti) e Pascucci (15) sugli scudi. Netta ma non facile vittoria anche per Soverato che liquida Torino nonostante un primo set tirato e un terzo pure combattuto: il CUS paga un brutto secondo parziale. In classifica Perugia mantiene la testa con un punto su Soverato e tre su Mondovì e San Giovanni in Marignano. Orvieto è più staccata, e tiene a bada Caserta e Trento agli ultimi posti utili per i playoff, sotto la mira di CUS Torino e di Ravenna più distanziato. Fanalino di coda è Martignacco.


Pool promozione, risultati

Omag S.G. Marignano - LPM Bam Mondovì 2-3 (25-22, 25-15, 20-25, 22-25, 12-15)

Itas Città Fiera Martignacco - Bartoccini Gioiellerie Perugia 0-3 (21-25, 16-25, 20-25)

Volley Soverato - Barricalla Cus Torino 3-0 (25-23, 25-18, 25-23)

Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta - Delta Informatica Trentino 3-2 (25-15, 22-25, 25-27, 25-19, 15-12)

Conad Olimpia Teodora Ravenna - Zambelli Orvieto 3-2 (20-25, 25-23, 25-20, 18-25, 15-13)


Pool promozione, classifica

Bartoccini Gioiellerie Perugia 19; Volley Soverato 18; Lpm Bam Mondovì 16; Omag S.Giov. In Marignano 16; Zambelli Orvieto 14; Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 13; Delta Informatica Trentino 13; Barricalla Cus Torino 11; Conad Olimpia Teodora Ravenna 8; Itas Citta' Fiera Martignacco 7.


Pool salvezza

Nell’anticipo giocato sabato a Montecchio, vittoria delle padrone di casa che dopo quasi due ore di gioco vincono una bella partita contro Pinerolo: libere da assilli di classifica, soprattutto la Ipag mostra un buon gioco di squadra con Pamio brava a mettere e referto 23 punti, , ma pure le sue compagne Michieletto e Bovo non sono da meno. Partita sempre in bilico, con Pinerolo che ha vinto il primo set sull’ultimo pallone, e Montecchio che vince ai vantaggi il secondo e il terzo, e nel quarto approfitta di un calo fisiologico delle piemontesi che in Grigolo hanno la loro attaccante da 22 punti. A Baronissi le “Regine” di Coppa Italia accusano la “sindrome” da vittoria e non sanno reagire al cospetto di una P2P implacabile, con Dascalu (21 punti) che non perdona. Pure Cutrofiano approfitta di troppe lacune dell’Olbia, che in casa non sa far valere il fattore campo, e a parte un terzo set vinto grazie ad un calo fisiologico, e a un quarto set terminato ai vantaggi a favore delle pugliesi che giocano meglio nei momenti decisivi. Mattatrice del match è stata la “salentina” Lutz con 27 punti. Emozionante testa-a-testa nella partita di Marsala tra Sigel e Roma con il risultato sempre incerto: si è vista una Veronica Angeloni in “formato bei tempi della Asystel” che con 24 punti ha contribuito al successo delle siciliane, Angeloni ben supportata da Schwan con 23 centri. Per Roma, ottima Percan con 26 punti. In classifica balza in testa Baronissi con un punto di margine su Sassuolo e tre su Montecchio; Cutrofiano raggiunge Pinerolo ed entrambe hanno un vantaggio rassicurante (6 punti) sulle terzultime a pari merito, Olbia e Roma. Ultima è Marsala con 4 punti.

 

Pool salvezza, risultati

Sorelle Ramonda Ipag Montecchio - Eurospin Ford Sara Pinerolo 3-1 (23-25, 26-24, 26-24, 25-20)

Volley Hermaea Olbia - Cuore di Mamma Cutrofiano 1-3 (17-25, 21-25, 25-18, 24-26)

P2P Givova Baronissi - Canovi Coperture Sassuolo 3-0 (25-22, 28-26, 25-16)

Sigel Marsala - Acqua&Sapone Roma Volley Group 3-2 (19-25, 25-22, 19-25, 25-21, 15-13)

 

Pool salvezza, classifica

P2P Givova Baronissi 16; Canovi Coperture Sassuolo 15; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 13; Cuore Di Mamma Cutrofiano 12; Eurospin Ford Sara Pinerolo 12; Acqua & Sapone Roma Volley Group 6; Volley Hermaea Olbia 6; Sigel Marsala 4.

 

 

Servizio a cura di Edo Beltramelli

 


RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù