SUPERLEGA. Alla Vero Volley Monza non basta il carattere: Ravenna la spunta al tiebreak

RAVENNA. Cuore e grinta non bastano a Monza nella 'prima'  del 2019. L’anticipo serale della quarta giornata di ritorno se lo aggiudica infatti la Consar Ravenna, capace di risolvere la maratona di due ore e mezza al tiebreak

Di Redazione | Sabato, 12 Gennaio 2019 23:17

 Paul Buchegger

 

I padroni di casa sfruttano il calore del loro pubblico e la tradizione negativa della formazione monzese al Pala DeAndrè, ancora una volta tornata a casa senza la vittoria finale, per centrare la vittoria numero sette della stagione. Nonostante sia solo un punto il bottino portato a casa, la squadra di Soli rientra in Brianza con notizie comunque positive. A fare da contraltare all’assenza di Plotnytskyi (per lui riposo dopo un problema muscolare accusato in settimana), c’è il rientro di Paul Buchegger, devastante con le sue giocate nel terzo e quarto set e decisivo per la Vero Volley nell’approdo al tie-break. L’opposto austriaco, strano caso del destino, è tornato in campo, per la prima volta con la maglia di Monza, a poco più di quattro mesi di distanza dall’ultima gara ufficiale giocata, proprio contro la sua ex squadra Ravenna, guidando la risalita dei suoi con giocate preziose e determinanti. Per lui 14 punti (50% in attacco) in risposta agli scatenati Rychlicki (MVP della gara con 25 punti, 1 ace e 2 muri) e Russo (13 punti, con 5 muri) per la Consar, bravi a schiacciare forte per la squadra di casa nei primi due set.

Quinto parziale

Nervosismo e tensione invece a fare da padroni nel tie-break, dove la formazione di Graziosi parte avanti 5-0 (complice anche un cartellino rosso ad Orduna all'inizio del gioco), ma viene recuperata grazie alle giocate del duo Dzavoronok-Yosifov (24 e 14 punti, con 3 ace per il primo e 4 muri per il secondo) fino al 9-9. Grande equilibrio nelle battute finali, con Ravenna brava ad accelerare nel momento decisivo 15-13, portandosi a casa la vittoria numero sette su quattordici confronti giocati contro i monzesi. Per la prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley, che deve recuperare la sfida della terza giornata contro Vibo Valentia, ora testa alla gara di ritorno contro Belgrado di martedì alla Candy Arena che vale un posto ai quarti di finale della Challenge Cup.

Post partita

Paul Buchegger (schiacciatore Vero Volley Monza): “È stata una gara molto difficile. Abbiamo iniziato male, poi siamo tornati forte nel terzo set grazie ad una bella reazione. Portiamo a casa un punto comunque prezioso, oltre alla consapevolezza delle nostre capacità di risalire nei momenti difficili. Sicuramente iniziare il tie-break con uno svantaggio importante non ci ha consentito di approcciarlo al meglio. Anche sotto, però, siamo rientrati con qualità, sfiorando la vittoria. Ora testa alla sfida contro Belgrado in Challenge Cup, che dovremo cercare di chiudere nel minor tempo possibile per conservare energie per le prossime gare che ci aspettano. Come mi sento? Bene, anche se oggi non pensavo di entrare. Sono davvero felice di aver aiutato la squadra. Questo gruppo può fare grandi cose”.

Consar Ravenna – Vero Volley Monza 3-2 (25-21, 25-20, 19-25, 20-25, 15-13)

 

Consar Ravenna: Poglajen 8, Verhees 3, Argenta 9, Rychlicki 25, Russo 13, Saitta 3; Goi (L). Frascio (L), Raffaelli 1, Elia, Lavia 6. N.e. Di Tommaso, Smidl, Marchini. All. Graziosi.

Vero Volley Monza: Botto 4, Beretta 12, Orduna 1, Dzavoronok 24, Yosifov 14, Ghafour 3; Rizzo (L). Calligaro, Galliani 7, Arasomwan, Giannotti, Buchegger 14. N.e. Buti. All. Soli.

 

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù