SERIE A2. Sorelle Ramonda scivola a Caserta ma le colchoneros muovo la classifica

CASERTA. Una Montecchio Maggiore falcidiata dai malanni di stagione cede il terreno sul campo della Golden Tulip fanalino di coda

Di Redazione | Lunedì, 12 Febbraio 2018 07:45

In copertina la Golden Tulip ed Irene Gomiero

 

 

Un punto che muove la classifica ma che tiene a secco di successo il team di Montecchio da quattro turni consecutivi. La zona rossa è ancora lontana dodici punti ma per dormire sogni più tranquilli servirebbe uno scatto decisivo nei prossimi turni. Di seguito la cronaca della gara, scritto da Antonio Luisè, addetto stampa della Golden Tulip Caserta.  Inizio set molto equilibrato, punto a punto. Montecchio allunga con Kosareva in battuta ma la Volalto resta in scia 5-6. E’ Karina Denysova a raggiungere in schiacciata con precisione nuovamente il 9 pari, neutralizzato dall’attacco mortifero ancora di Kosareva che sfrutta i soliti problemi delle padrone di casa in ricezione. Break positivo di Montecchio che si porta sul 13-19 ma il doppio attacco sbagliato di Marcolina consente a Caserta di accorciare 16-19 ed obbliga coach Bertolini al time out. La Golden non molla e resta attenta, portandosi 21-22 con cuore, precisione e carattere. E’ come sempre l’attacco di Kosareva a mettere in difficoltà la squadra di casa sul 21-24. E’ l’attacco di Fiocco però a chiudere il set a favore di Montecchio 22-25.

 

Fiocco sugli scudi

Inizio di forza e potenza da parte di ambo le squadre, che lottano ad ogni punto. Due attacchi vincenti di Fiocco portano Montecchio sul 2-4 dando il via ad un break positivo delle ospiti. E’ il duo Cvetnic-Denysova a far brillare a Golden, che recupera il gap in sinergia tra difesa ed attacco conquistando il 9 pari e costringendo coach Bertolini al time out. Calo d’attenzione delle rosanero, che soffrono nuovamente gli attacchi del duo Fiocco-Kosareva sul 12-14. Quando Montecchio sembra aver preso il largo, la Golden reagisce ancora ed accorcia 19-20. Con Cvetnic in battuta e gli attacchi di Silotto, le dragonesse si riportano sul 24 pari. E’ Montecchio però ad avere il set point, annullato ancora dal potente attacco di Lea Cvetnic e questa volta la Golden non sbaglia, chiudendo il set a proprio favore.

 

Ribaltone Caserta

Parte forte Montecchio ma la Golden resta ben aggrappata, prima portandosi sul 2 pari poi mettendo la freccia con Silotto, cristallizzando il 6-4. Le rosanero mantengono con grinta il vantaggio, con Denysova scatenata in attacco, allungando 12-7. Gomiero spezza il break negativo, Caserta spreca in attacco e le ospiti costringono coach Monfreda al time out sul 12-10. E’ il duo Mabilo-Manig a riaccendere nuovamente la luce sul 16-12 ma è ancora Montecchio a conquistare il 17 pari con la neoentrata Lucchetti dal braccio caldissimo. Sorpasso delle ospiti ed ancora time out delle padrone di casa, con il set che procede punto a punto. La Golden ci crede e con l’attacco di Manig si porta sul 23-20. La potenza di Cvetnic regala il primo set point alle dragonesse che non sbagliano la ghiotta occasione e conquistano anche il secondo parziale.

 

Gomiero decisiva

La musica non cambia anche nel quarto parziale, con la Golden che parte forte e con la Denysova in battuta stacca sul 5-1. Sospensione chiamata da coach Bertolini. Qui cambia totalmente la storia del parziale: Caserta sbaglia in attacco. Gomiero va al servizio e comincia la rimonta delle venete (6-6). Troppa imprecisione in attacco per il sestetto di coach Monfreda, l’Ipag alza le sue percentuali in ricezione ed in fase offensiva. La Golden Tulip soffre (8-13). Caserta paga due errori in difesa, regalando alle avversarie il 12-20. Anche l’attacco è impreciso, con Montecchio che si avvia verso la conquista del parziale sul 13-23. Il set point è delle ospiti, che rimandano tutto al tie break.

 

Mabilo perfetta

La Golden parte con convinzione e con il braccio caldissimo della Cvetnic si porta 6-3, sul timeout di Montecchio. L’inerzia non cambia e le rosanero restano concentratissime, con attacco e difesa che funzionano perfettamente propiziando il risultato di 10-5. Il muro di Mabilo è perfetto e le padrone di casa premono sull’acceleratore (13-6). L’attacco out di Montecchio regala a Caserta otto palle match: Fiocco annulla il primo match point (14-7) ma è Lea Cvetnic ad avere il destino delle dragonesse sul suo braccio e non sbaglia, regalando alle sue il ritorno alla vittoria.

 

 

Golden Tulip Caserta-Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 3-2 (22-25, 27-25, 25-21, 14-25, 15-7)

 

Golden Tulip: Marangon, Denysova 27, Silotto 11, Manig 3, Cvetnic 24, Barone, Mabilo 12, Tajè 5. All.: Monfreda.

Sorelle Ramonda Montecchio: Bovo, Brutti 10, Marcolina, Kosareva 11, Stocco, Fiocco 13, Fontana, Gomiero 25, Lucchetti 2, Pericati, Giroldi 1, Pamio 11. All.: Bertolini.

 

Classifica

LPM Bam Mondovì 54; Battistelli S.G. Marignano 52; Savallese Millenium Brescia 51; Fenera Chieri 49; Ubi Banca San Bernardo Cuneo 49; Delta Informatica Trentino 44; Volley Soverato* 42; Conad Olimpia Teodora Ravenna 39; Club Italia Crai 35; Zambelli Orvieto* 33; Barricalla Collegno* 33; P2P Givova Baronissi 25; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio* 20; Golem Olbia 18; Bartoccini Gioiellerie Perugia* 16; Golden Tulip Volalto Caserta* 8; Sigel Marsala* 8. * una partita in meno

 

Servizio a cura di Romano Lombardi

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù